brassica

La famiglia botanica delle brassicacee comprende un notevole numero di specie diverse,  tutte molto interessanti per l’alimentazione umana: cavolfiori, broccoli, broccoletti, cime di rapa, cavoli verza, cavoli cappucci, ecc.. Nelle diverse specie, tutte le parti della pianta sono la materia prima di moltissime preparazioni culinarie. Le diverse specie di cavoli sono state utilizzate dall’uomo da tempi antichissimi, secondo alcuni l’uso risale almeno a 6000 anni fa. Le testimonianze storiche comunque fanno individuare questa pianta in maniera inequivocabile già sulle mense egizie, greche e romane. I cavoli possiedoni grandi doti salutistiche: contengono una buona quantità di vitamina C, specialmente nelle foglie e hanno azione disintossicante e lenitiva in caso di ulcere. La presenza di glucosanti, sembra abbia un effetto preventivo nei confronti del cancro. La ricchezza in vitamina K  e in sali di potassio, calcio e fosforo possono prevenire l’osteoporosi. Il contenuto calorico è piuttosto basso per tutti i tipi di cavoli e si aggira intorno alle 20 - 25 Kcal /100 grammi di prodotto fresco.