Az. Agricola Biologica Cerutti Vito e Stefano - UOVA RISO FARINA

Share

Via Ponti Santi 219

Burana di Bondeno

Ferrara 44100

icona mail

 

Le foto

 

I video

 

Le interviste

 

azienda Cerutti mappa produttore Cerutti

 

Il produttore Vito e Stefano Cerutti, intestatari (Vito il padre imprenditore agricolo, Stefano il figlio perito agrario)
L'azienda

Nasce nel 1948 - Azienda prettamente ad indirizzo risicolo, con allevamento di galline ovaiole

Azienda storica a conduzione familiare - Il nonno si traferisce a Bondeno dal basso mantovano dove insieme ai fratelli produceva riso. Compra l’azienda che, allora, era tutta a frutteto. L'attività da allora è passata attraverso varie trasformazioni: a fine anni ’70 è stata chiusa la stalla, poi si è proceduto progressivamente all’espianto del frutteto; nel 2002 la famiglia ha cominciato a coltivare riso e nel 2003 hanno introdotto l’allevamento delle ovaiole. L'azienda è certificata biologica in tutto e per tutto: dalla coltivazione del riso e dei cereali all'allevamento di ovaiole, dal sistema di lavorazione del riso (gli impianti utilizzati sono certificati bio) ai prodotti finali venduti direttamente nei mercati contadini, a vari gruppi d'acquisto e in azienda.

Gli appezzamenti

20.5 ettari

11 ettari di superficie a risaia;

1.5 ettari a cereali;

1.5 ettari a zona umida comprensiva di acqua e siepi per il ripopolamento della flora e della fauna;

il resto destinato agli stabili (compresa la struttura per l’allevamento delle galline) e a pascolo per le galline

I prodotti

Riso

Farina di grano, farina di mais

Uova

Il calendario della produzione annuale

Coltivazione del riso

 


Maggio


Concimazione di presemina con borlande biologiche
(la borlanda è lo scarto della lavorazione dello zucchero, un melasso della barbabietola ricco di potassio)

 

Fine maggio
inizio giugno


Semina su terreno asciutto
(in ritardo rispetto al convenzionale, come metodo per evitare la crescita delle malerbe)

 


Giugno


Allagamento del terreno con 10 cm. d'acqua
(subito dopo la semina)

 

Prosciugamento della risaia (subito dopo la germinazione)
serve per permettere alla radichetta di affondare nel terreno. Il terreno viene comunque lasciato bagnato, con un filo d’acqua; deve risultare melmoso per mantenere fresco il chicco e per proteggerlo dal sole.

 

Riallagamento del terreno (dopo 4 - 5 giorni dal prosciugamento)
si mantiene un livello di acqua di 15 cm. per tutta l'estate

 


Luglio - agosto


La pianta passa per diverse fasi, le tipiche delle graminacee:

Accestimento (la pianta fa tanti fili)

Levata (la pianta si alza)

Botticella (momento in cui la spiga fa i fiori e in cui si riempie la futura pannocchia; il momento della fioritura è il più delicato, qui occorre tenere il livello dell’acqua a 20 – 22 cm.)

 

Settembre

 

Prosciugamento della risaia
Il riso è maturo e si prosciuga la risaia per preparare il terreno alla trebbiatura.

 

Metà ottobre

 

Trebbiatura
Per trebbiare 11 ettari occorrono 2 giorni di lavoro. La trebbiatura comincia dopo il mezzogiorno, perché occorre aspettare che terreno e pianta siano asciutti; poi si tira avanti fino a sera.
Una volta trebbiato, il riso deve arrivare alla riseria entro le 24 ore affinché non perda le sue proprità organolettiche e non superi la percentuale di umidità consentita per ottenere una buona conservazione.
In riseria il riso viene controllato, essicato e stoccato. Occore lasciarlo a riposo per un paio di mesi, poi si può lavorare e confezionare per la vendita. Il riso nuovo sarà pronto con l'inizio dell'anno successivo.

 

 

La produzione (stima)

Riso biologico 500 – 600 quintali, 400 di riso bianco (produzione nell’anno)

Farine biologiche ???????

Uova biologiche 7.500 - 8.000 (produzione al giorno)

Consorzio o cooperativa di riferimento Nessuno
Tipo di produzione

Biologica certificata

Sia per la risicoltura che per l’allevamento delle ovaiole. Si adegua ai Disciplinari della produzione biologica della Regione Emilia Romagna

Ente Certificatore

Suolo e Salute

Le sementi

Chicco di riso autoprodotto, biologico

Quantità:
200 kg. per ettaro

I concimi per la risaia

Concimazione di presemina con borlande biologiche

Le borlande bio sono lo scarto della lavorazione della barbabietola da zucchero e sono ricche di potassio; la presemina va fatta una sola volta e dura per tutta la stagione. E' l'unico tipo di concimazione permesso a chi coltiva in biologico. Si acquistano da aziende che producono in biologico.

Capi d'allevamento

Quantità 9000 galline

Allevamento a bassa densità; gli animali vivono in 6 zone isolate da divisorie, ogni zona ospita 1.500 animali.


Razza
galline rosse

Razza rustica molto robusta, adatta alla vita all'aperto, produce meno uova rispetto ad altre razze ma sono molto grandi.

Il mangime per gli animali

Mais e sfarinati biologici

acquistati da contadini della zona, rientranti nella filiera del biologico

Struttura per l'allevamento

Struttura apposita per allevamenti biologici

Con impianto automatizzato per la somministrazione di mangime e acqua e per la ventilazione. Di produzione olandese.

Gli stabili

L’azienda è una tipica corte colonica formata da 4 unità

Abitazione, risalente al 1929, con forno per il pane con pollaio e porcilaie a fianco;

Magazzino;

Casa per le famiglie che lavoravano in azienda;

Stalla per i bovini da latte
I clienti

Uova e riso

Mercatini: Bondeno, Finale Emilia, Mirandola, Carpi, Bologna Mercato della Terra di Slow Food

Gas: due a Ferrara, diversi a Bologna e micro-gruppi della zona

Agriturismi e trattorie: La Florida a Bondeno; La Lanterna di Diogene Coop. Soc. a Bonporto; Trattoria di Pesci Sergio a Ferrara

Forni della zona (farina di riso e altre)

Privati (direttamente in azienda)

Inoltre per il riso

Commercianti

Inoltre per le uova

Gelaterie (Cremeria San Francesco a Bologna; Gelateria Baluardi a Ferrara)

Altre attività

Stefano Cerutti fonda l' "Associazione delle Arti Contadine” nel maggio del 2007, con un gruppo di agricoltori di Bondeno. Si tratta di un’associazione no-profit,, che ha come scopo sociale promuovere il concetto stesso della vendita diretta di prodotti agricoli dal produttore al consumatore.

Fattorie Aperte

Il contesto territoriale

L'azienda è costeggiata dal canale di Burana, si trova a due passi dalla chiesa e dal centro del paese. A 300 mt. si trova la Torre Colombaia, rimanenza architettonica della zona. Burana fa capo a uno dei maggiori consorzi di bonifica del ferrarese. Interessante il Museo della Civiltà Contadina gestito dalla pro-loco del posto, ospitato in un vecchio casolare completamente ristrutturato e che dista solo 500 mt. dall'azienda.

Burana è inserita nell'itinerario ciclo-turistico che passa attraverso "Le bonifiche tra Ferrara e Mantova", organizzato da cycling.it (prenotazioni presso Ufficio Informazioni e di Accoglienza Turistica, Castello Estense, 44100 Ferrara tel. 053 2 299 303, fax 053 2 212 266).